Sci Nordico: 23 medaglie olimpiche a Pragelato con Stefania Belmondo, Giorgio Di Centa, Pietro Piller Cottrer e Silvio Fauner alla due giorni di Tricolore

TURISMOVIALATTEA – Passato, presente e futuro dello Sci Nordico si sono ritrovati per due giorni a Pragelato in occasione del Campionato Italiano Giovani Sprint e della Coppa Italia Seniores e la Coppa Individuale di Endurance.


A tenere banco sono stati gli oltre 230 atleti iscritti ed anche un poker di grandissimi campioni azzurri del passato che oggi, con diversi ruoli, sono sempre legati a questa disciplina.


E così capita di trovare al Centro Olimpico del Fondo di Pragelato, quattro atleti azzurri, Stefania Belmondo, Giorgio Di Centa, Pietro Piller Cottrer e Silvio Fauner che nella loro brillantissima carriera hanno portato al collo bel 23 medaglie olimpiche (senza contare quelle Mondiali e di Coppa del Mondo).
Pietro Piller Cottrer è tornato per la prima volta a Pragelato 13 anni dopo avervi vinto una medaglia d’oro ed una di bronzo ai Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006.


Giorgio Di Centa (due ori olimpici a Pragelato Torino 2006) è tornato per seguire la figlia impegnata nel Tricolore Giovani mentre Silvio Fauner oggi è responsabile per Il Centro Sportivo Carabinieri. E poi c’è Stefania Belmondo che ha trovato a Pragelato la sua seconda casa e spesso la si incontra a dispensare consigli ai giovani impegnati al Centro Olimpico del Fondo in occasione di gare ed allenamenti. 


Presente anche il Vice Presidente FISI, Pietro Marocco, che ha sottolineato come la sinergia tra lo Sci Club Sestriere lo Sci Club Valle Pesio il Comune di Pragelato e la Pragelato Races abbia permesso di non perdere un appuntamento importante per il fondo italiano.


I risultati delle gare ed il reportage on line sul sito www.fisiaoc.it

Ezio Romano | ufficio stampa Comune di Pragelato