Easy Rider: una mostra sul mito della motocicletta ospitata dalla Reggia di Venaria

REGGIA DI VENARIA REALE  - Se per venire sulle nostre montagne avete percorso centinaia di chilometri in sella alla vostra fida motocicletta allora vi consigliamo, sulla via dell’andata o del ritorno, di fare una vista alla mostra “Easy Rider, il mito della motocicletta come arte” ospitata sino al 24 febbraio 2019 alla Citroniera delle Scuderie Juvarriane della Reggia di Venaria Reale. Sì, avete letto bene, alla Reggia di Venaria Reale, una delle Residenze Sabaude riconosciuta dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Infatti per la prima volta la Reggia di Venaria apre i sui storici saloni alle motociclette e lo fa con una mostra davvero eccezionale. Noi di Turismovialattea siamo andati all’inaugurazione assieme a Fabrizio Gillone arrivato in sella alla nuova Honda Africa Twin 1000L DCT nella versione Adventure Sport, moto ambasciatrice dei percorsi dell’Alpi Bike Resort, che ha partecipato alla parata motociclistica.

In questa mostra l’estetica della motocicletta incontra il mondo della cultura alta, solo apparentemente distante: letteratura, cinema, arti visive, fotografia. E ancora: moda, design, costume e società.

“La motocicletta, tra stile, velocità, prestazioni, ha alimentato diversi miti: il viaggio, la conquista della libertà, la solitudine nel paesaggio. Capire il motore, saperlo ascoltare, curare, guarire”. Questo uno dei concetti portanti attraverso i quali è stata sviluppata la mostra. Un viaggio nei locali della Citroneria delle Scuderie Juvarrine per una mostra-happening che racconta il magico mondo della motocicletta indagandone le varie componenti produttive e stilistiche, ma soprattutto i suoi significati antropologici di “fuga dal mondo”, di “libertà” e di “corsa verso l’ignoto”.

Attraverso l’esposizione di modelli storici, entrati nell’immaginario collettivo, la mostra racconta una serie di episodi di una storia straordinaria diventata leggenda: “Stile, forma e design italiano” (Guzzi, Ducati, Gilera); “Sì viaggiare” (Harley Davidson, Norton, BMW, Honda); “Mal d'Africa” ( Honda Africa Twin, KTM Rally…); “Il Giappone e la tecnologia” (Suzuki, Honda, Kawasaki, Yamaha).
La mostra, prodotta da Arthemisia e Consorzio Residenze Reali Sabaude, è nata da una felice intuizione dei curatori Luca Beatrice, Arnaldo Colasanti e Stefano Fassone ed è patrocinata dalla Città di Torino.

La mostra è visitabile sino a domenica 24 febbraio 2019. Prezzi biglietti di ingresso: intero 14 euro; ridotto 12 euro (anche per i possessori della tessera della Federazione Motociclistica Italiana); ridotto 8 euro per Under 21 (da 6 a 20 anni) e universitari under 26; Scuole 4 euro (classi di minimo 12 studenti); gratuito per i minori di 6 anni e quanti previsti.

Testo e foto Ezio Romano | Ufficio stampa | Consorzio Turistico Via Lattea